Giro podistico a tappe

GIRO A TAPPE FAVIGNANA 2019

In evidenza

Universitas organizza...

Sponsor

 

 

 

 

 

 

 

Associazioni in rete

Home
La maratona mondiale sempre più in alto! Livello altissimo nel 2012

Due ore, otto minuti e trentadue secondi! Una prestazione in maratona di tutto rispetto molto vicina alla migliore prestazione italiana mai realizzata (Stefano Baldini - 2h07'22"). Eppure il 2h08'32" realizzato da un signor NONSISACHI nel 2012 è stato il centesimo tempo mondiale del 2012. Ripetiamo il centesimo! La specialità della maratona ha vissuto nel 2012 una stagione senza precedenti. Moltissime sono state le maratone in cui si è registrato il nuovo primato della manifestazione anche se nessuno è riuscito a correre nella migliore prestazione all-time. Geoffrey Mutai in testa nel 2011 con lo "strano" 2h03'02" prima omologato e poi riveduto e corretto per irregolarità del percorso bostoniano si è ripetuto nel 2012 con il 2h04'15" realizzato a Berlino con, anche in questo caso, una brusca frenata nel finale con la quale ha buttato al vento un record quasi certo. Ritornando alle classifiche mondiali da notare come ben 50 uomini si siano espressi sotto le 2h07'30" nel 2012, con, come dicevamo il centesimo piazzato abbondantemente sotto le 2h09'. Stratosferico poi il dominio africano: nella lista dei primi 50 le sigle Etiopia/Kenia si ripetono ininterrottamente per ben 49 volte lasciando spazio solo ad un francese per l'unica posizione rimasta. Per quel che riguarda il panorama femminile la musica non cambia con la 50esima piazzata sotto le 2h25'30" e la centesima con un folle 2h28'03". Secondo lo studio del giapponese Nakamura che ha diviso le prestazioni a segmenti la densità degli atleti capaci di correre al di sotto dei migliori tempi per segmento è stata la più alta della storia.

 

Nella foto: Geoffrey Mutai miglior atleta al mondo nel 2011 con 2h03'02" (Boston) e miglior atleta al mondo nel 2012 con 2h04'15" (Berlino)

bostonmarathon

 
Alfio Giomi con il 60,7% di preferenze è il nuovo Presidente della FIDAL Nazionale

In un 2 dicembre che sarà ricordato per le lotte a due, oltre alla più nota diatriba Renzi/Bersani, si è concretizzata nel corso dell'Assemblea Nazionale FIDAL a Milano la scelta per la carica di Presidente Nazionale FIDAL tra  Alberto Morini ed Alfio Giomi. Ed è stato quest'ultimo con quasi il 61% di preferenze ad avere la meglio. “E' un’emozione incredibile – ha nel primo discorso dichiarato il neo-presidente – è il sogno di chiunque abbia vissuto l’atletica da dirigente di società come ho fatto io. Già essermi candidato alla presidenza era stato qualcosa di molto toccante, ora essere riuscito a cogliere questo risultato mi dà una gioia immensa; in questi mesi ho girato l’Italia ed ho parlato alle persone guardandole negli occhi. Sapevo che avrebbero rispettato quanto promesso, è stato un segnale di grande maturità”.

Alfio Giomi sessantaquattro anni e già presente nella presidenza Gola resterà alla guida della FIDAL per un solo mandato: “Sì, lo ribadisco. Ma soprattutto perché se qualcuno, dopo quattro anni, venisse a chiedermi di rimanere, sarebbe il segno che il mio lavoro non ha prodotto il risultato auspicato”.

Il nuovo Consiglio federale (in ordine di preferenza)
Oscar Campari (quota dirigenti)
Annarita Balzani (quota dirigenti)
Enzo Parrinello (quota dirigenti)
Sergio Baldo (quota dirigenti)
Riccardo D’Elicio (quota dirigenti)
Mauro Nasciuti (quota dirigenti)
Giacomo Leone (quota dirigenti)
Alessandro Talotti (quota atleti)
Francesco Pignata (quota atleti)
Roberto Frinolli (quota tecnici)

Presidente Collegio Revisori dei Conti: Angelo Raffaele Guida

Nella foto: Alfio Giomi (foto Colombo/Fidal)

alfiogiomi

 
Domenica 2 dicembre: Universitas in allenamento di gruppo su Montepellegrino

Dopo una usurante stagione di Grand Prix (strada e maratonina) i ragazzi di Universitas si sono auto-dedicati una domenica mattina nello spirito societario, in un classico lavoro sulle salite di Montepellegrino. Un allenamento veramente "di gruppo" visto che hanno partecipato oltre venti atleti coordinati dallo stakanovista del Vito Schifani, Gateano Immesi. Alla fine foto collettiva sulla pista dello Stadio per suggellare le comuni fatiche in una domenica semi-estiva di dicembre.

replay

 
La corsa ai tempi della crisi: III Maratonina San Leone d'Inverno - 8 dicembre
Alla fine è arrivata anche la manifestazione posditica dei giorni nostri, cioè quella che rappresenta bene le difficoltà di questo momento storico alquanto travagliato. Ci hanno pensato gli amici della Valle dei Templi di Agrigento a mettere in scena una manifestazione che rispecchi appieno la necessità di revisioni di spesa anche per quel che riguarda l'aspetto quote di iscrizione e trasferte oltremodo onerose.
Sabato 8 dicembre a San Leone partirà quindi la terza edizione della maratonina di San Leone che si caratterizzerà per:

1. assenza di chip e di qualunque rilevatore cronometrico;

2. assenza di quote di iscrizione;

3. assenza di giudici e di controlli di ogni tipo;

4. assenza di pacco gara.

Saranno garantiti solo i punti di ristoro di acqua ed il ristoro finale. La classifica finale verrà redatta sotto dichiarazione degli arrivati che annoteranno il tempo realizzato in base alla propria autorilevazione del tempo.

Che dire! L'idea è innovativa, nuova ed adatta al momento. In bocca al lupo a tutti i partecipanti e soprattutto buon divertimento!

san-lone1

 
« InizioPrec.201202Succ.Fine »


 

Follow us

.

Meteo


mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi203
mod_vvisit_counterIeri322
mod_vvisit_counterSettimana1339
mod_vvisit_counterMese4379
mod_vvisit_counterVisite Totali1436840

We have: 33 guests online
Totale delle visualizzazioni
Visitors Counter

Copyright © 2011 - ASD Universitas Palermo - Power by Antonio Pizzurro alias AnPi Production

Scaled Image.jpg