2° Trofeo Citta Metr Pa

 

In evidenza

Universitas organizza...

Sponsor

 

 

 

 

 

 

 

Associazioni in rete

Home
Siciliarunning.it. Ntawuyirushintege Pontien concede il bis al Trofeo Città di Ravanusa. Tra le donne Chiara Immesi.

Ravanusa (AG). Per il secondo anno consecutivo è il ruandese Ntawuyirushintege Pontien (Loverun Athletic Terni), a vincere il “Trofeo podistico ACSI Città di Ravanusa”, che ieri ha toccato le 26 edizioni. Vittoria più netta rispetto a quella ottenuta lo scorso anno, mai messa in discussione, con Ntawuyirushintege che dopo i primi 4 giri degli otto in programma(per un totale di circa otto km), ha rotto gli indugi, relegando tutti gli altri avversari a comprimari.
A cominciare dal keniano Denise Bosire Kiyaka (Atletica Sandro Caldesi), incapace ad abbozzare una reazione degna di questo nome non appena il ruandese ha innescato l’allungo decisivo. Ha fatto quello che poteva, Alessandro Brancato (Parco Alpi Apuane) terzo e primo dei siciliani. Primi giri “a tutta” poi il lentinese ha tirato i remi in barca, controllando a suo piacimento la terza piazza. Buon quarto Nicola Mazzara (Cus Palermo) recente vincitore al Memorial Lillo Inguanta. Quinto posto per il “sempre verde” Abdelkrim Boumalik che, a discapito dei suoi 50 anni suonati, corre e si diverte come un ragazzino.   Sedici in tutto gli atleti che hanno preso parte alla gara dei Top. Gara clou che è stata preceduta da quella aperta alle categorie master (per loro sei giri per poco meno di 6 chilometri) e che ha visto la vittoria (al termine di una lotta a tre) di Davide Palermo (Dilettantistico Valpose) che ha preceduto di tre secondi Giovanni Pullara (Valle dei Templi Agrigento) e di sei Francesco Zacco (Atletica Canicattì). Al femminile altra prestazione maiuscola per Chiara Immesi, che ha bagnato la sua prima volta al Ravanusa, con una vittoria convincente. All’atleta dell’Universitas Palermo è bastato poco per prendere le misure della più giovane Angela Pagano (Cus Catania) precedendola al traguardo di circa  90 secondi. Per meglio comprendere la “prova” della Immesi, basti pensare che è stata battuta da soli sette atleti uomini. Terza piazza per la regolarissima Maria Puma (Favara Runners). La manifestazione è stata organizzata dalla Pro Sport Ravanusa con la collaborazione dall’ACSI Sicilia e del Comune di Ravanusa. “Sono soddisfatto per come sia andata la manifestazione – questa la dichiarazione dell’organizzatore del Trofeo, Giancarlo La Greca. Malgrado il periodo di crisi che attraversano molte manifestazioni in Sicilia, anche quest’anno siamo riusciti a proporre, un evento dagli alti contenuti tecnici e che ha messo al primo posto per gli atleti qualità e sicurezza”.
Finale, come ormai consolidata abitudine del Trofeo Città di Ravanusa, con un maxi ristoro a base di frutta granite, e cerimonia di premiazione alla quale hanno preso parte anche i rappresentanti dell’amministrazione comunale del comune di Ravanusa, con in testa il sindaco Carmelo D’Angelo. La manifestazione, che ieri è stata valida anche come prova del GP delle Tre Province, guarda già al prossimo anno e lo fa preannunciando interessanti novità che per adesso rimangono top secret ma che ben presto potrebbero essere svelate.

CLASSIFICA GARA TOP ( 8 giri, 8000 metri)

Ntawuyirushintege Pontien (Loverun Athletic Terni) 22’33
Denise Bosire Kiyaka (Atletica Sandro Caldesi) 23’23
Alessandro Brancato (Parco alpi Apuane) 24’07
Nicola Mazzara (Cus Palermo) 25’17
Abdelkrim Boumalik (Atletica Canicattì) 25’34

 
Siciliarunning.it. Vincenzo Agnello e Chiara Immesi concedono il bis a Cefalù.

Bissando il successo dello scorso anno, Vincenzo Agnello (Casone Noceto) e Chiara Immesi (Universitas Palermo) si sono aggiudicati il Giro podistico SS. Salvatore, andato in scena ieri sera in una Cefalù bagnata da un’insolita pioggerella che, caduta nel pre-gara, ha contribuito a rendere il percorso ancora più arduo e la gara più spettacolare.    
Correre a Cefalù regala sempre emozioni, se poi si corre zigzagando tra i turisti che affollano le vie del centro storico della cittadina normanna, ecco che tutto diventa si più difficile ma anche più spettacolare, la classica gara nella gara e malgrado il gran lavoro degli apripista la competizione, in alcuni tratti sembra trasformarsi nella “corsa di Pamplona”.
Parterre importante, per la gara organizzata dall’ASD Murialdo Cefalù, con al via alcuni tra i migliori mezzofondisti della Sicilia e non solo. Negli otto giri, per un totale di circa 8.800 metri, nessun  problema per Agnello, un buon test per l’allievo di Tommaso Ticali, che ha ben controllato la gara, relegando al secondo posto un ottimo Salvatore Franzese dell’Atletica Reggio ASD, giunto con un minuto e quarantaquattro secondi di distacco. Buona la prestazione anche di Nicola Mazzara del Cus Palermo (per lui una partenza troppo generosa che ha pagato nel prosieguo della gara) terzo a pochi secondi dalla piazza d’onore. L’allievo  di Francesco Ingargiola è stato  vittima  di una caduta che gli ha procurato un taglio alla testa; per Mazzara , tanta paura ma, fortunatamente, nessuna conseguenza. Lo junior Giuseppe Blandano (Marathon Altofonte) e l’esperto Filippo Lo Piccolo (Monti Rossi Nicolosi), hanno completato la cinquina.
Metà fatica per donne e uomini over 60, per loro 4 giri e 4400 metri circa da percorrere. Ancora una volta Chiara Immesi ha sciorinato una gara autoritaria; pur vincendo a mani basse, l’atleta palermitana, ha avuto in Nadiya Sukharyna dell’ASD Torrebianca. un’avversaria di sicuro valore, giunta con poco più di 80 secondi di distacco. Terza, sempre più performante, Giuseppina Rinaldi (della Trinacria Palermo) giunta a poco meno di un minuto dall’atleta ucraina. Al quarto posto il primo degli over 60 Gianfranco Pregadio dell’Atletica Enna.
Capitolo a parte per le categorie giovanili che a Cefalù sono sempre  protagoniste per qualità e quantità. Dagli esordienti ai cadetti, una kermesse che ha regalato tutto quello che di più buono sanno offrire i piccoli atleti. Ancora una volta le società più in evidenza sono state l’Ambrosiana, la Murialdo Cefalù, la polisportiva Castelbuonese, il Marathon Altofonte e la Promo Sport Campofelice di Roccella.
La manifestazione, inserita nel calendario dei festeggiamenti del SS. Salvatore, patrono di Cefalù è stata ottimamente organizzata dalla Murialdo Cefalù con il patrocinio del Comune di Cefalù. Molti anche gli atleti da fuori provincia e anche da oltre lo Stretto. I migliori “cefaludesi”, invece, sono stati Renato Imbraguglio ed Emilia D’Anna. A fine gara anguria, tanta frutta e granite distribuite sotto il maestoso Duomo. Una Cefalù che, era pronta per la lunga notte di festa, in onore del Santo Patrono.

Articolo e foto Siciliarunning.it

 
Siciliarunning.it. Lucio Cimò e Silvia La Barbera successi facili nel “salotto buono” di Palermo.

Lucio Cimò (Universitas Palermo) e Silvia La Barbera (Caivano Runners) si sono aggiudicati  “Aspettando il 2° Trofeo Città Metropolitana di Palermo”, che si è svolto stamattina nel capoluogo siciliano. Location suggestiva piazza Castelnuovo con partenza e arrivo a fianco del teatro Politeama Garibaldi. 
Quattro giri, per un totale di circa sette chilometri, il classico bastone con un doppio giro di boa compreso tra via Libertà e via Ruggero Settimo. Nella gara al maschile Cimò ha rotto gli indugi subito dopo il primo giro, lasciando battagliare per le posizioni di rincalzo Luciano Riboty della Mimmo Ferrito e a Lorenzo Abbate (Universitas Palermo) con il triatleta che alla fine ha avuto la meglio sul del partinicese, reduce dalla “fatica” del Giro internazionale di Castelbuono.
Tutto facile, nella gara femminile con Silvia La Barbera, che presa la testa della corsa non l’ha più lasciata, andando a vincere con un buon margine di vantaggio sulla gemella Barbara (RCF Roma Sud). Terza la dominatrice del GP regionale di corsa Chiara Immesi (Universitas Palermo). Per Silvia La Barbera che su queste strade ha trionfato lo scorso aprile nel Vivicittà Palermo, il bis dopo  la prova vittoriosa di Polizzi. Circa 120 gli atleti che hanno preso parte alla manifestazione, alcuni di loro sono giunti anche da oltre provincia.  Manifestazione che ha brillato per l’organizzazione ed efficienza. La gara di oggi era valida come sesta prova del Grand Prix provinciale circuito promosso ed organizzato sempre dall’Universitas Palermo del presidente Gagliardi che si avvale di un instancabile  “gruppo di lavoro”.
Giusto prologo le gare riservate alle categorie giovanili con il Marathon Altofonte società protagonista. Prima dello start della gara dei master, il doveroso ricordo della strage mafiosa di via Pipitone Federico che proprio 35 anni fa costava la vita al giudice Rocco Chinnici, ai carabinieri della sua scorta Trapassi e Bartolotta e  al portiere dello stabile Stefano Li Sacchi; quando lo sport ricorda e contribuisce a tenere viva la memoria.

Articolo e foto Siciliarunning.it

 

 
Siciliarunning.it. Forza e qualità: A Polizzi Generosa trionfano Silvia La Barbera e Lorenzo Abbate.

Trofeo Città di Polizzi sotto il segno della qualità con le vittorie di Silvia La Barbera e Lorenzo Abbate. L’atleta della Caivano Runners, campionessa italiana assoluta nel 2016 di corsa campestre, non ha avuto problemi ad imporsi nella quarta prova del GP provinciale, promosso dall’Universitas Palermo. Quattro giri, di un tecnico percorso cittadino, per un totale di circa 6700 metri, in una giornata caratterizzata dal gran caldo. Ma l’azzurrina, ha fatto molto di più: oltre ad essere stata la prima delle donne al traguardo, è stata anche la terza assoluta, preceduta da appena due maschietti. Alle spalle della La Barbera, un’ottima Chiara Immesi che oggi, si è dovuta “accontentare” della seconda piazza. Terza la compagna di squadra Maria Grazia Bilello sempre più vicina alla forma ottimale.
Tra gli uomini prova in scioltezza, malgrado la sua preparazione guardi alla gara in casa (Partinico) del 5 agosto prossimo per Lorenzo Abbate, alfiere dell’Universitas Palermo. Alle sue spalle il compagno di squadra Antonino Muratore, che ha preceduto la La Barbera, seguita da Rosario Cirrito (Universitas Palermo). A fare da prologo alla gara, le sfide dei più giovani con mattatori i mini atleti dell’Ambrosiana, allenati da Domenico Nunnari. 
Ottima l’organizzazione dell’Universitas con una buona risposta di atleti, giunti anche dalle province di Agrigento, Enna e Ragusa, oltre che da quella di Palermo.
Protagonisti delle premiazioni finali (alle quali hanno preso parte, tra gli atri il sindaco di Polizzi Giuseppe Lo Verde, l’assessore allo sport Sandro Silvestri e i responsabili della Pro Loco) i prodotti tipici della località madonita: nocciole, sfoglio, conserve e formaggio. Prodotti che sono andati in premio ai primi di categoria.  Prossimo appuntamento con il GP provinciale domenica prossima nel capoluogo siciliano con “Aspettando il Trofeo Città Metropolitana di Palermo”, gara con partenza da piazza Castelnuovo.

Articolo e foto Siciliarunning.it.

 
« InizioPrec.12345678910Succ.Fine »


 

Follow us

.

Meteo


mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi125
mod_vvisit_counterIeri70
mod_vvisit_counterSettimana647
mod_vvisit_counterMese3935
mod_vvisit_counterVisite Totali1394759

We have: 49 guests online
Totale delle visualizzazioni
Visitors Counter

Copyright © 2011 - ASD Universitas Palermo - Power by Antonio Pizzurro alias AnPi Production

UNIVERSITAS_nuovo logo 2015.jpg