Giro a Tappe Favignana

In evidenza

Universitas organizza...

Associazioni in rete

Sponsor

 

 

Home
Siciliarunning.it - Bibi Hamad e Tatiana Betta sfrecciano a Pergusa e mettono tutti in fila

L’autodromo di Pergusa, che abbraccia il lago di Proserpina, è stato ancora una volta il suggestivo scenario della Mezza Maratona Città di Enna, quest’anno alla sua settima edizione. La manifestazione, ben organizzata dall’Atletica Enna, è stata valida come 3° prova del Grand Prix Sicilia di mezze maratone.
A vincere, stabilendo il nuovo record del tracciato, è stato Bibi Hamad autore di una gara perfetta e senza sbavature. L’atleta originario del Marocco, in forza all’Universitas Palermo ha chiuso i 4 giri del percorso (preceduti da una variante iniziale) in 1h08’36, mettendosi alle spalle il pur forte (e più giovane) Luigi Spinali (Atletica Augusta) che ha chiuso in 1h10’36. La svolta della gara poco prima della fine del secondo giro quando Hamad ha dato l’accelerazione decisiva, staccando definitivamente il suo compagno di viaggio, vantaggio che è cresciuto metro dopo metro chicane dopo chicane, fino a raggiungere i due minuti finali. Terza piazza, una conferma, per Luca Stagno (Atletica San Pietro Clarenza) in 1h13’53.
Ancora più netta la vittoria tra le donne che ha visto la catanese Tatiana Betta centrare a Pergusa il prestigioso tris (2014, 2016 e 2017). Perfetto il “motore” dell’atleta della Podistica Messina, che ha fermato il crono a 1h26’08. Bella la gara per le piazze d’onore con la spumeggiante Rosalba Ravì Pinto (Atletica Nebrodi) che ha avuto la meglio  su Liliana Scibetta (Pro Sport Ravanusa). 1h32’29 per la Pinto, 1h32’46 per l’agrigentina che prossimamente sarà impegnata nella mezza maratona di Praga.
Si confermano coppia da spettacolo Betta/Hamad che avevano già vinto ad Agrigento lo scorso 5 marzo.
Conferme anche nelle maglie Oro (novità del circuito 2017) che continuano ad essere  indossate da Tatiana Betta (tre su tre le vittorie: Capo d’Orlando, Agrigento e oggi Pergusa) e Vincenzo Iraci oggi settimo, ma rallentato da un piccolo fastidio fisico.
Quasi mille gli atleti che hanno preso parte alla gara, per una manifestazione ancora una volta all’insegna della solidarietà con la gara delle handbike, che ha visto l’arrivo “in coppia” di Dario
Bartolotta e Salvo Campanella, l’esibizione di Vito Massimo Catania che per l’AISA, ha spinto la carrozzina di Giusi Colombo affetta dalla sindrome atassica e infine le staffette della solidarietà con due atleti per team che si sono divisi i chilometri e le fatiche. Per la cronaca la staffetta maschile è stata vinta dalla coppia Scavino/Pulvirenti dell’Atletica Acireale, quella femminile da Di Benedetto/Migliore dell’Amatori Palermo e quella mista  da Fusco e Alberti del Talin Club Nicosia.
In premiazione, oltre ai primi tre assoluti e ai primi tre di categoria anche i primi tre assoluti donatori Avis, uomini e donne. 
Prossimo appuntamento con il GP regionale di maratonine il 23 aprile a Marsala con la 4° Maratonina del Vino, sarà il giro di boa per il circuito 2017.

Articolo e foto Siciliarunning.it

 

 
Siciliarunning.it. Filippo Lo Piccolo e Chiara Immesi: firme d’autore al Trofeo Mongiovì.

Corleone (Pa). Sono Filippo Lo Piccolo (Good Race Team) e Chiara Immesi (Universitas Palermo) i vincitori del primo Trofeo podistico Mongiovì che si è disputato oggi a Corleone. Lo Piccolo (vincitore nel 2015 della Maratona di Palermo) era al suo esordio stagionale  in una gara in strada, Chiara Immesi invece ha bissato il successo ottenuto il mese scorso a  Cefalù, nel primo appuntamento del Grand prix provinciale.
Gara dura quella di Corleone, che si è sviluppata su un doppio giro per un totale di circa 8.500 metri, che oltre a mettere in luce le bellezze architettoniche e paesaggistiche della cittadina in provincia di Palermo, ha messo a dura prova il fisico degli atleti, tra salite impervie, discese a rotta di collo e tanto basolato. Pendenze che in alcuni casi hanno costretto “al passo” anche i podisti più esperti. Controllata la gara nel primo giro, Filippo Lo Piccolo ha ben gestito il vantaggio acquisito successivamente, andando a vincere con sedici secondi di scarto sul secondo Lucio Cimò (Universitas Palermo), terzo Salvatore Pizzitola del Cus Palermo. Tra le donne netta affermazione della Immesi sicuramente a suo agio (più delle sue dirette avversarie)  nel percorso molto tecnico.
Alle spalle dell’atleta tesserata per l’Universitas, è giunta la pur ottima Rosaria Patti staccata dalla più giovane avversaria poco più di 90 secondi. Terza la triathleta Marianna La Colla ancora Universitas Palermo. La giornata di gare si era aperta con le categorie giovanili, dagli Esordienti ai Cadetti, che hanno regalato l’ennesima esaltante prova fatta di spensieratezza ma anche d’infinita carica agonistica. GS Partinico Running, Palermo H13.30, Marathon Altofonte e le società del corleonese protagoniste di questa onda verde. Finale con un ricco ristoro e le premiazioni, coppe e medaglie per i più piccoli, prodotti del territorio e degli sponsor per i primi tre di categoria. In premiazione asnche tre atleti diversamente abili che hanno portato a termine la dura gara.
La manifestazione,  ha avuto come main sponsor la storica farmacia Mongiovì, impegnata oggi con l’intero suo staff; importante il sostegno di vini Principe di Corleone dell’azienda Pollara  e Amap, con il marketing curato dalla Gulotta cube. La direzione sportiva dell’evento di oggi è stata affidata all’Universitas Palermo coadiuvata nell’organizzazione del circuito del GP provinciale dalle altre sette sorelle, Trinacria Palermo, Palermo Running,  Murialdo Cefalù, Marathon Monreale, Marathon Altofonte, Good Race Team e Club Atletica Partinico. Prossimo appuntamento con il Grand prix provinciale il 29 aprile a Chiusa Sclafani, quando si disputerà la terza prova.

Articolo siciliarunning.it

 
Siciliarunning.it. Mezza Maratona della Concordia: vittorie di Bibi Hamad e Tatiana Betta

Agrigento. Va a Bibi Hamad (Universitas Palermo) e Tatiana Betta (Podistica Messina) la 14° edizione della Mezza Maratona della Concordia che si è disputata stamane ad Agrigento. 1111 atleti che hanno concluso la gara, il nuovo record del percorso, lo splendido scenario della Valle dei Templi, “cima Coppi” della gara, l’ottima organizzazione da parte del GS Valle dei Templi: questa la bellissima cartolina
partita oggi da San Leone in una giornata un po’ ventosa, ma tutto sommato ideale per affrontare la distanza di una mezza. L’ingresso nella Valle dei Templi, la via Sacra, il giro di boa all’altezza del tempio di Giunone fanno della manifestazione agrigentina, una gara unica per bellezza e sensazioni che riesce a fare vivere.  E per vivere, e in molti casi rivivere, queste emozioni, i podisti sono giunti da tutta la Sicilia e da oltre confine come la rappresentativa della belga Seraing Athletisme “scesa in campo” con diciassette podisti.
La gara: un unico protagonista quel Bibi Hamad, atleta di origine marocchine, che ha messo tra se e gli avversari minuti pesanti. Alla fine la vittoria in solitudine e il nuovo record del percorso con un roboante 1h10’14 (record del percorso) tempo che ha fatto comunque storcere il naso all’atleta Universitas, calato nell’ultima parte della gara a causa del vento. Alle sue spalle il compagno di squadra Vincenzo Iraci in 1h15’38. Terza piazza per un altro marocchino Abdelkrim Boumalik (Atletica Canicattì – 1h16’51) che proprio negli ultimissimi chilometri ha avuto la meglio sul più giovane atleta dell’Universtas Palermo Lorenzo Abbate (1h17’04). Simile il copione al femminile con podio per due terzi uguale alla gara di Capo d’Orlando.  Tatiana Betta che si conferma più che mai maglia Oro (novità di quest’anno del GP regionale di maratonine) ha fermato il crono a 1h25’59; a poco meno di quattro minuti è giunta Maria Grazia Bilello (Club Atletica Partinico) in 1h29’24. Terza Lorenza Immesi (Universitas Palermo) in 1h31’27; quarte e quinte rispettivamente Liliana Scibetta (Pro Sport Ravanusa) e Rosaria Patti (Trinacria Palermo).
Ad impreziosire la manifestazione l’esibizione della hand-bike con alla guida Salvo Campanella e la presenza di Vito Massimo Catania testimonial dell’AISA che ha” chiuso” tutti i 21,097 km spingendo la carrozzina di Giusi Colombo, affetta dalla tremenda sindrome atassica. Una performance in simbiosi, perché la corsa è e deve essere per tutti. Finale con le canoniche premiazioni: sul palco organizzatori e autorità. Ai vincitori assoluti il 10° Trofeo Mimmo Gareffa,  vasi in ceramica realizzati dal maestro runner Rino Ragusa che ha “coniato” le medaglie per tutti i finisher. Manufatti in ceramica a tema “Luigi Pirandello e i suoi luoghi” per celebrare i 150 anni della nascita dell’autore e drammaturgo siciliano.
La manifestazione, valida come seconda prova del GP regionale di maratonine, è stata organizzata dal GS Valle dei Templi Agrigento in collaborazione con il Lions Club Agrigento Host e il Comitato Regionale ACSI, con il patrocinio del Comune di Agrigento e dell’Ente Parco Valle dei Templi. Prossimo appuntamento a Pergusa, il 26 marzo con la 7° Mezza Maratona Città di Enna.

Articolo Siciliarunning.it

 
Siciliarunning.it. Da Ino Gagliardi l’applauso più grosso alla sua Universitas.

In una nota, il presidente dell’Universitas Palermo, Ino Gagliardi vuole ringraziare e celebrare pubblicamente tutti i suoi atleti che hanno iniziato nel migliore dei modi la stagione agonistica 2017, conquistando nell’ordine il titolo regionale nei societari Assoluti di cross (sia con la squadra maschile che con quella femminile) e con gli  uomini il titolo regionale Master di corsa campestre.
Terza piazza invece per le donne dell’Universitas. In quest’ultima gara, disputata ieri a Niscemi, tra l’altro, hanno vestito la maglia di campione regionale Carmelo Cannì (SM50) e Giovanni Fusco (SM65). Sul podio invece sono saliti Laura Speziale (seconda nella SF45), Gisella Crosta (seconda nella SF50), Gordon Nicholson (terzo nella SM65), Francesco Paolo Corona (secondo nella SM70) e Rosario Cirrito (terzo nella SM50).  Bibi Hamad è arrivato primo assoluto e primo nella SM35 (posizione buona per i punti di società). Il marocchino dell’Universtas aveva già incantato nelle prove dei CdS assoluti.

Articolo siciliarunning.it

 
« InizioPrec.12345678910Succ.Fine »


 

Follow us

.

Meteo


mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi1122
mod_vvisit_counterIeri144
mod_vvisit_counterSettimana1608
mod_vvisit_counterMese3815
mod_vvisit_counterVisite Totali1343517

We have: 12 guests, 1 members online
Totale delle visualizzazioni
Visitors Counter

Copyright © 2011 - ASD Universitas Palermo - Power by Antonio Pizzurro alias AnPi Production

Scaled Image.jpg