Giro a Tappe Favignana

GIRO LUNGO

GIRO CORTO

In evidenza

Universitas organizza...

Sponsor

 

 

 

 

 

 

 

Associazioni in rete

Home
Siciliarunning.it. XXXV Vivicittà Palermo, festa di città. La competitiva a Idrissi e La Barbera. Ottime le prove di Chiara Immesi e Lucio Cimò.

Sono Mohamed Idrissi (Mega Hobby Sport) e Silvia La Barbera (Caivano Runners) i vincitori della  XXXV edizione del Vivicittà di Palermo che si è disputata stamane nel capoluogo siciliano, organizzata dalla Uisp Palermo. Vittorie nette per entrambi gli atleti che hanno subito imposto il loro ritmo relegando i rispettivi avversari ad uno sterile inseguimento. Partenza alle ore 9.30, in contemporanea con le altre 42 città italiane e 12 estere, con il tradizionale segnale Rai-GR1. Campo di gara via Libertà, il centro cittadino per due giri da sei chilometri ciascuno. Per Idrissi, reduce dalla conquista del titolo regionale assoluto nei 10000 in pista, tutto facile e buon crono finale di 39’20.

“ Ottima organizzazione, percorso molto bello – le prime parole di Idrissi subito dopo avere tagliato il traguardo;  sono molto  contento di questa vittoria . Gara relativamente facile – ha concluso Idrissi –  ho seguito le indicazioni del mister (Giampaolo Mantegna n.d.r.), da mercoledì ero fermo per un problema al tendine, dunque sono partito piano gestendo la gara e aumentando ritmo e velocità nella seconda parte della stessa”. Alle spalle del giovane atleta della scuderia di Massimo Inglisa, è giunto un ottimo Lucio Cimò (Universitas Palermo) che ha avuto la meglio di una manciata di secondi su Alberto Fieramosca (Marathon Club Sciacca) e Filippo Lo Piccolo (Monti Rossi Nicolosi). Gara al femminile dominata, come da copione, da Silvia La Barbera, suo il titolo italiano assoluto di corsa campestre del 2016. L’atleta tesserata per la Caivano Runners ha fatto il vuoto fermando il crono a 43’56. Secondo posto per Chiara Immesi fresca trionfatrice al Trofeo del mare di Bagheria (ottima la sua prova), terza Annalisa Di Carlo (Mega Hobby Sport), che gara dopo gara sta ritrovando forza e carattere.

“ Tutto abbastanza semplice oggi – ha affermato la La Barbera – mi sono davvero divertita. E’ stato un buon allenamento in vista dei 10000 su pista in programma il 21 aprile a Firenze. Nel futuro – ha concluso l’altofontina – una mezza maratona ed un maratona (la prima della carriera n.d.r.), a Valencia il 2 dicembre prossimo”. La gara agonistica, legata al Memorial  Roberto Cerasola atleta della Trinacria Palermo scomparso prematuramente,  ha lasciato spazio alla passeggiata ludico motoria, vero cuore del Vivicittà Palermo, uno spot per lo “sport per tutti” che l’Uisp ha nel suo DNA. Circa 10000 le presenze (con oltre 2500 iscrizioni effettuate) lungo il viale della Libertà, tre chilometri di gioia tra bambini, genitori, passeggini, con alcuni tra i più pigri in monopattino e in bici. Ad aprire la passeggiata i ragazzi dell’I.S.S. Mario Rutelli che hanno preso parte al progetto #DopOut. Poi l’unico protagonista è stato il classico fiume colorato e festante con piccoli e grandi che si sono riappropriati di spazi per loro spesso off-limits.

Per la cronaca i primi a tagliare il traguardo sono stati i piccoli Biagio Pomara della scuola Cosimo Guastella e Elisabetta Tomasini, dell’Alcide De Gasperi.  Premiazione finale all’interno del giardino Inglese che questo week-end ha ospitato la manifestazione “Aspettando il Vivicittà”, l’expo allestito dalla Uisp e supportato dagli sponsor e partner dell’evento. 

Classifica Uomini (12 km)

Mohamed Idrissi (Mega Hobby Sport) 39’20
Lucio Cimò (Universitas Palermo) 40’38
Alberto Fieramosca (Marathon Club Sciacca) 40’47
Filippo Lo Piccolo (Monti Rossi Nicolosi) 41’00
Luciano Riboty (Mimmo Ferrito) 42’52

Classifica Donne (12 km)

Silvia La Barbera (Caivano Runners) 43’56
Chiara Immesi (Universitas Palermo) 47’20
Annalisa Di Carlo (Mega Hobby Sport) 49’53
Luana Russo (Marathon Club Sciacca) 50’27
Rosaria Patti (Trinacria Palermo) 52’09
Nella classifica unica compensata Silvia La Barbera è arrivata al 3° posto, dietro la serba Ana Subotic prima nella prova di Sarajevo e Isabel Mattuzzi che ha vinto la prova di Arco di Trento.

Ufficio stampa Vivicittà Palermo

Fonte articolo Siciliarunning.it

 
Siciliarunning.it. Trofeo del Mare sotto il segno di Vincenzo Agnello e Chiara Immesi.

Bagheria (PA). Vincenzo Agnello centra il poker al 6° Trofeo del Mare, che si è disputato stamane a Bagheria. L’atleta di Misilmeri, tesserato per il Casone Noceto Parma, ha  infatti vinto per la quarta volta,  la manifestazione organizzata dalla Polisportiva Atletica Bagheria e quest’anno valida come quinta prova del Gp regionale di corsa su strada. Per l’allievo di Tommaso Ticali anche la gioia del record del  percorso che già gli apparteneva. Dieci chilometri tutti d’un fiato e senza alcun punto di riferimento, con partenza e arrivo da Corso Umberto I con il tempo finale di 30’48”, che la dice lunga sull’ottima prestazione di Agnello, atleta molto legato a Bagheria: “Sono felice di aver vinto qui oggi – ha detto l’atleta di Misilmeri –  Bagheria ce l’ho nel cuore, tre volte la settimana mi alleno proprio qui e qui mi sento come a casa”. Quella di oggi è stata una buona prestazione che è servita per testare le mie condizioni”.   Alle spalle di Agnello, staccatissimo, il pur forte Lucio Cimò (Universitas Palermo) in 33’06”. Terzo l’atleta di Regalbuto Vito Massimo Catania (Universitas Palermo) autore di una splendida rimonta che ha chiuso in  33’35. Gara femminile bella e avvincente con la vittoria di Chiara Immesi (Universitas Palermo) in 38’26, su Barbara Vassallo (Pol. Atletica Bagheria) giunta con venti secondi di distacco.  Successo maturato nella seconda parte della sfida con l’atleta allenata da papà Gaetano, brava a sferrare l’attacco giusto al momento giusto. Terza, a ruota, Francesca Vassallo che ha chiuso un podio di sicuro valore. Per Chiara Immesi la conferma della maglia Trinacria e di una distanza a lei congeniale dove anche le avversarie più “toste” sono costrette ad abdicare. Ottima l’organizzazione della Polisportiva Atletica Bagheria, con il suo presidente Ticali che, dopo la pioggia dello scorso anno, che scompaginò i programmi  della festa, oggi è tornato a sorridere, forte di un evento che ha visto, oltre 500 atleti al via e tanta gente assiepata lungo le transenne del corso centrale. Ad aprire la manifestazione il rullo dei tamburi dei giovani della scuola Ciro Scianna. Fattivo l’apporto dell’amministrazione comunale, così come il determinante contributo degli uomini della Polizia Municipale e dell’apporto dei volontari della Guardia Zoofila e dell’unione nazionale Arma dei Carabinieri. Prossimo appuntamento con la sesta prova del Gp regionale il 25 aprile a Gioiosa Marea con il memorial Anna Rita Sidoti.

Classifica Uomini (10 km)

Vincenzo Agnello (Casone Noceto Parma) 30’48
Lucio Cimò (Universitas Palermo) 33’06
Vito Massimo Catania (Universitas Palermo) 33’35
Lorenzo Abbate (Universitas Palermo) 33’53
Antonio Puccio (Marathon Club Sciacca) 34’11


Classifica Donne (10 km)

Chiara Immesi (Universitas Palermo) 38’26
Barbara Vassallo (Pol. Atletica Bagheria) 38’46
Francesca Vassallo (Pol. Atletica Bagheria) 38’55
Maria La Barbera (Marathon Altofonte) 40’17
Luana Russo (Marathon Club Sciacca) 40’23

Articolo e foto Siciliarunning.it

 
Siciliarunning.it. Canicattì incorona Mohamed Idrissi e Chiara Immesi, nel ricordo di “Claudio Giudice”.

Sono Mohamed Idrissi (Mega Hobby Sport) e Chiara Immesi (Universitas Palermo) i vincitori del 2° Memorial Claudio Giudice, che si è disputato stamane a Canicattì. La manifestazione è stata valida come 4º prova del Grand Prix Sicilia S/M e 3a del Grand Prix delle Tre Province.  Giornata leggermente ventosa con pioggia scongiurata, hanno accompagnato la manifestazione, vissuta anche su momenti strettamente legati al sociale.  L’evento, organizzato (molto bene) dall’Atletica Canicattì ha visto la collaborazione della  Fondazione Onlus La Clessidra – Claudio Giudice per la vita,  associazione nata nel 2016 per volontà dei genitori e della sorella di Claudio, giovane avvocato di Canicattì, scomparso all’età di ventotto anni, a causa di una forma rara di tumore. La mission della fondazione è quella di “correre” per chi soffre, ben consapevole che la lotta ai tumori è una gara contro il tempo.
La gara: 3 i giri del percorso cittadino per uomini over 75 e donne over 60, cinque per tutti gli altri; circa 420 gli atleti al via (ne arriveranno 400). Devastante come sempre la progressione di Mohamed Idrissi che partito in sordina, ha via via fatto il vuoto dietro di se, tagliando in solitaria il traguardo con un distacco di 33 secondi sull’atleta di casa Abdelkrim Boumalik, l’ultimo ad arrendersi. Per Idrissi, sempre più leader della maglia “Trinacria” il bis di vittorie a Canicattì dopo il successo dello scorso anno, quando ancora la manifestazione non rientrava del circuito regionale.   Terzo assoluto il giovane Filippo Russo (Monti Rossi Nicolosi) autore di una gara autoritaria e di  personalità. Al femminile sfida ad “alti giri” tra Chiara Immesi (Universitas Palermo e Tatiana Betta (Podistica Messina) con la più giovane delle due che ha rotto gli indugi al terzo dei cinque giri, riuscendo a prendere un vantaggio diventato incolmabile per l’esperta atleta catanese. Un passaggio di consegne (almeno per oggi) rappresentato anche dalla maglia Trinacria che la Immesi ha sfilato alla Betta. Terza piazza per Edna Caponnetto (Valle dei Templi Agrigento)  in preparazione per la maratona di Milano, ma più che mai a suo agio nella distanza sicuramente più breve e veloce di una dieci chilometri. Il primo a tagliare il traguardo dei tre giri è stato Francesco Musmarra (Atletica Virtus Acireale).
Il resto è stata “tanta buona roba” con passerella, ad apertura di manifestazione,  dei ciclisti dell’Associazione Team Bike Canicattì, che posato il mezzo, si sono adoperati per i ristori volanti e la sicurezza in strada.  La piccola Giada Albanese che direttamente da “Pequenos Gigantes”, il format di  Canale 5, ha interpretato due brani, uno ad inizio ed uno a fine manifestazione: la presenza di tante associazioni che operano ogni giorno sul territorio, come dell’AIDO (Associazione italiana Donazione Organi), la SISIFO che si occupa delle cure palliative domiciliari per i malati terminali e l’AISA (l’associazione italiana contro le sindromi Atassiche) che ha visto correre anche lungo le strade di Canicattì Vito Massimo Catania e Giusi La Loggia. Infine, non ultimo, l’abbondante ristoro finale con pizza, pane “cunsato”, dolci e frutta e le premiazioni alla presenza, tra gli altri, del primo cittadino di Canicattì Ettore Di Ventura. Prossimo appuntamento con il Grand Prix regionale di corsa su strada a Bagheria, l’otto aprile con la sesta edizione del Trofeo del Mare.

Classifica Uomini (5 giri – 10 km)

Mohamed Idrissi (Mega Hobby Sport) 32’47
Abdelkrim Boumalik (Atletica Canicattì) 33’23
Filippo Russo (Monti Rossi Nicolosi) 33’32
Lorenzo Abbate (Universitas Palermo) 34’03
Antonio Puccio (Marathon Club Sciacca) 34’27

Classifica Donne (5 giri – 10 km)

Chiara Immesi (Universitas Palermo) 38’02
Tatiana Betta (Podistica Messina) 38’37
Edna Caponnetto (Valle dei templi Agrigento) 40’04
Luana Russo (Marathon Club Sciacca) 42’02
Rosaria Patti (Trinacria Palermo) 42’13

Articolo e foto Siciliaruning.it.

 
Domenica 18 Marzo 2018 - A Canicatti Universitas Palermo in evidenza, sempre più stratosferica Chiara Immesi

Grande prova della società Universitas Palermo quest'oggi alla 4^ prova regionale del Grand Prix di Corsa su Strada disputatasi a Canicattì e condizionata da un vento a tratti molto fastidioso.
Ottimo il risultato ottenuto dagli atleti conquistando tantissimi primi posti e molti podi.
Impressionante Chiara Immesi, che grazie al suo stratosferico crono di 38:02 ha vinto la gara femminile di 10 km  battendo la fortissima e più accreditata Tatiana Betta.
Complimenti a tutti le donne che di sono distinte: Serena Zeferino, Maria Grazia Bilello, Giovanna Priano, Lilly Spanu e Silvana Tutrone.
Complimenti per gli uomini che come sempre raggiungono ottimi risultati come Lorenzo Abbate, Salvatore Pecoraro, Michele Geraci, Calogero Di Gioia,  Giovanni La Mantia ed Elio Amato.
E come sempre Bravi a tutti gli atleti arrivati al traguardo!

 
« InizioPrec.12345678910Succ.Fine »


 

Follow us

.

Meteo


mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi44
mod_vvisit_counterIeri102
mod_vvisit_counterSettimana375
mod_vvisit_counterMese5394
mod_vvisit_counterVisite Totali1373385

We have: 26 guests online
Totale delle visualizzazioni
Visitors Counter

Copyright © 2011 - ASD Universitas Palermo - Power by Antonio Pizzurro alias AnPi Production

Scaled Image.jpg