Giro podistico a tappe

GIRO A TAPPE FAVIGNANA 2019

In evidenza

Universitas organizza...

Sponsor

 

 

 

 

 

 

 

Associazioni in rete

Home
Siciliarunning.it. Ciclone “Grosso” al 2° Trofeo Annarita Sidoti. Tra le donne vittoria di Tatiana Betta. Tantissimi i podi Universitas.

San Giorgio (Me). Podistica Messina “pigliatutto” nel 2° Trofeo Annarita Sidoti che si è disputato stamane a San Giorgio di Gioiosa Marea. Sul lungomare intitolato a “scricciolo d’oro” scomparsa a causa di un male incurabile nel maggio del 2015, i successi sono andati a Natale Grosso (fresco di cambio di casacca e categoria) e Tatiana Betta, entrambi tesserati per la società del presidente Santi Giacobbe.
Un ciclone “Grosso”  che sin dallo start ha fatto il vuoto dietro di se, imponendo il solito ritmo forsennato e chiudendo i circa 10 km del percorso in 33’38. L’unico a resistergli per circa metà gara è stato Vito Massimo Catania (Universitas Palermo) che dopo aver perso contatto si è guardato dietro per conservare l’ottima seconda piazza; per l’atleta di Regalbuto il tempo di 34’33. Terzo Lorenzo Abbate autore di una prova smagliante che lo ha visto chiudere a 35’10. Ancora Universitas dietro il giovane partinicese con Michele Geraci (35’17) e Antonino Muratore (35’30)  a chiudere la “cinquina”. Sfida ai vertici al femminile con la catanese Tatiana Betta che ha avuto la meglio sulla “rivale” Chiara Immesi, con l’ex marciatrice che ha sferrato l’allungo decisivo nel terzo dei quattro giri in programma, prendendo un margine di vantaggio rivelatosi incolmabile per la palermitana. Per Tatiana Betta il tempo di 39’22 ed un toccante ricordo di Annarita nel corso della premiazione: “ricordo bene Annarita, quando io marciavo lei era già ai vertici – ha detto la Betta – proprio qui su queste strade a lei dedicate abbiamo disputato nel 1995 un campionato italiano di marcia sui 20 km”.
Seconda piazza (meritata dopo la vittoria di appena tre giorni fa alla maratonina di Marsala) per la Immesi (Universitas Palermo) con il tempo di 40’09. Terza più staccata Nadiya Sukharyna (protagonista con l’Ucraina, ai campionati europei master indoor di Madrid) con il tempo di 42’06, quarta Teresa Latella (Podistica Messina) in 42’14, quinta Luana Russo (Marathon Club Sciacca) in 44’12.
In gara, per loro solo 7,5 km anche gli uomini over 75 e le donne over 60. Passerella anche per tre over 80,  Caldarella, Pantò e Ligama, nell’ordine, e due over 85 entrambi De Trovato e Macaluso, quest’ultimo vittima di una caduta che non gli ha impedito di tagliare regolarmente il traguardo. Premiazioni con l’amministrazione comunale di Gioiosa Marea al completo, con in testa il sindaco Ignazio Spanò, il tecnico di Annarita, Salvatore Coletta, i vertici della Podistica Messina (ottima l’organizzazione), il presidente della Fidal Messina Nunzio Scolaro, il marito della marciatrice azzurra Pietro Strino e il costante ricordo della Sidoti del suo saper affrontare sempre con decisione e caparbietà i suoi avversari, la sua malattia.
Tutti i vincitori di categoria: JM Ivan Magistro Contenta (Amatori Duilia); PM Domenico Saia (Murialdo Cefalù); SM Lorenzo Abbate (Universitas Palermo); SM35 Vito Massimo Catania (Universitas Palermo); SM40 Natale Grosso (Podistica Messina); SM45 Giovanni La Mantia (Universitas Palermo); SM50 Santo Monaco (Ultrarunning Ragusa); SM55 Pietro Saia (Murialdo Cefalù); SM60 Giovanni Tavano (Marathon Club Taormina); SM65 Vilmo Luciani (Marathon Athletic Avola), SM70 Francesco Vinciguerra (Marathon Club Taormina); SM75 Vittorio Giuliano (Polisportiva Milazzo); SM80 Sebastiano Cadarella (Marathon Athetic Avola); SM85 Francesco De Trovato (Sport Amatori Partinico).
SF Chiara Immesi (Universitas Palermo); SF35 Luana Russo (Maratoh Club Sciacca); SF40 Nadiya Sukharyna (ASD Torrebianca); SF45 Tatiana Betta (Podistica Messina); SF50 Rosa Rita Vernaci (Trinacria Palermo); SF55 Antonietta Luppino (Murialdo Cefalù); SF60 Catena Savulla (Atletica Sicilia); SF65 Angeline Barbera Codello (Marathon Club Taormina).

Articolo Siciliarunning.it

 
Siciliarunning.it. Salvatore Laudicina e Chiara Immesi sul velluto a Marsala.

Salvatore Laudicina e Chiara Immesi hanno vinto la 5° edizione della Maratonina Città del Vino che si è disputata stamane a Marsala. La manifestazione è stata valida come terza prova del Grand Prix regionale di maratonine 2018. Clima da primavera inoltrata e temperature che nel corso della mattinata hanno stoccato i 24 gradi, con gli atleti che hanno boccheggiato soprattutto nell’ultimo dei tre giri previsti. Partenza e arrivo da pizza Goffredo Mameli quasi di fronte alla storica Porta Garibaldi, al via oltre 800 atleti che hanno onorato la manifestazione a marchio Marsala Doc.
Per Lauidicina (21 anni due giorni fa) di origini trapanesi ma tesserato il Cus Palermo, una vittoria mai messa in discussione. Sin dal via, infatti, Laudicina) (che alla recente Stramilano ha sfoderato un quinto posto nella categoria PM con il tempo di 1h13’12) ha impresso alla gara un ritmo forsennato chiudendo passando al primo giro con un vantaggio di circa 500 metri sui diretti inseguitori. Meno smagliante l’ultimo giro per l’atleta seguito da Massimo Rallo ma arrivo in solitaria con l’ottimo crono di 1h14’18.
Dietro Laudicina, il sempreverde Vito Massimo Catania, che malgrado partito con un forte dolore alla schiena ha stretto i denti mettendo a segno una prova volitiva e dai buoni contenuti tecnici. Per lui il tempo finale di 1h17’26. Terzo piazza per un terzetto composto da Antonio Puccio del Marathon Club Sciacca, Vincenzo Giangrasso (Lipa Alcamo) e Carlo Filiberto (Universitas Palermo) con il saccense sul podio grazie per una questione di centimetri (1h17’53).
Nessun problema se non i crampi per Chiara Immesi (Universitas Palermo) che oggi ha patito, e parecchio caldo e l’alto tasso di umidità. Un arrivo sofferto ma vincente in compagnia di papà Gaetano che l’ha spronata nell’ultima parte della gara, quella più dura. Per l’atleta leader della maglia Oro il tempo finale di 1h29’46. Alle sue spalle una scatenata Liliana Scibetta (reduce da un sontuoso 3h13’09) alla maratona di Rotterdam) che ha tagliato il traguardo con quasi due minuti di ritardo ( 1h31’45). Terza Maria La Barbera (Marathon Altofonte) che si conferma tra le atlete più forti del panorama podistico regionale, per lei anche un ottimo crono 1h32’05.
Premiazioni finali con amministrazione comunale al completo. Premi anche alla società con più atleti iscritti il GS Valle dei Templi di Agrigento che ha “beneficiato” del fair play dei padroni di casa che si sono esclusi dalla classifica e Michele D’Errico vicepresidente della Marsala Doc, festeggiato per il suo recente titolo italiano di categoria della 100 km. Al maschile la maglia Oro rimane sulle spalle di Lorenzo Abbate che ha chiuso al sesto posto assoluto, malgrado avesse accusato problemi fisici durante la gara. Ottima l’organizzazione della Polisportiva Marsala Doc del presidente Filippo Struppa ben supportato da sponsor e partners di sicuro spessore e affidabilità. Prossimo appuntamento con il GP di maratonine (che continua a riscuotere consensi ad ogni latitudine) il 2 giugno a Pergusa, all’interno dell’omonimo autodromo, si correrà nel pomeriggio per lenire la probabile calura d’inizio giugno.

Articolo Siciliarunning.it

 
Siciliarunning.it. XXXV Vivicittà Palermo, festa di città. La competitiva a Idrissi e La Barbera. Ottime le prove di Chiara Immesi e Lucio Cimò.

Sono Mohamed Idrissi (Mega Hobby Sport) e Silvia La Barbera (Caivano Runners) i vincitori della  XXXV edizione del Vivicittà di Palermo che si è disputata stamane nel capoluogo siciliano, organizzata dalla Uisp Palermo. Vittorie nette per entrambi gli atleti che hanno subito imposto il loro ritmo relegando i rispettivi avversari ad uno sterile inseguimento. Partenza alle ore 9.30, in contemporanea con le altre 42 città italiane e 12 estere, con il tradizionale segnale Rai-GR1. Campo di gara via Libertà, il centro cittadino per due giri da sei chilometri ciascuno. Per Idrissi, reduce dalla conquista del titolo regionale assoluto nei 10000 in pista, tutto facile e buon crono finale di 39’20.

“ Ottima organizzazione, percorso molto bello – le prime parole di Idrissi subito dopo avere tagliato il traguardo;  sono molto  contento di questa vittoria . Gara relativamente facile – ha concluso Idrissi –  ho seguito le indicazioni del mister (Giampaolo Mantegna n.d.r.), da mercoledì ero fermo per un problema al tendine, dunque sono partito piano gestendo la gara e aumentando ritmo e velocità nella seconda parte della stessa”. Alle spalle del giovane atleta della scuderia di Massimo Inglisa, è giunto un ottimo Lucio Cimò (Universitas Palermo) che ha avuto la meglio di una manciata di secondi su Alberto Fieramosca (Marathon Club Sciacca) e Filippo Lo Piccolo (Monti Rossi Nicolosi). Gara al femminile dominata, come da copione, da Silvia La Barbera, suo il titolo italiano assoluto di corsa campestre del 2016. L’atleta tesserata per la Caivano Runners ha fatto il vuoto fermando il crono a 43’56. Secondo posto per Chiara Immesi fresca trionfatrice al Trofeo del mare di Bagheria (ottima la sua prova), terza Annalisa Di Carlo (Mega Hobby Sport), che gara dopo gara sta ritrovando forza e carattere.

“ Tutto abbastanza semplice oggi – ha affermato la La Barbera – mi sono davvero divertita. E’ stato un buon allenamento in vista dei 10000 su pista in programma il 21 aprile a Firenze. Nel futuro – ha concluso l’altofontina – una mezza maratona ed un maratona (la prima della carriera n.d.r.), a Valencia il 2 dicembre prossimo”. La gara agonistica, legata al Memorial  Roberto Cerasola atleta della Trinacria Palermo scomparso prematuramente,  ha lasciato spazio alla passeggiata ludico motoria, vero cuore del Vivicittà Palermo, uno spot per lo “sport per tutti” che l’Uisp ha nel suo DNA. Circa 10000 le presenze (con oltre 2500 iscrizioni effettuate) lungo il viale della Libertà, tre chilometri di gioia tra bambini, genitori, passeggini, con alcuni tra i più pigri in monopattino e in bici. Ad aprire la passeggiata i ragazzi dell’I.S.S. Mario Rutelli che hanno preso parte al progetto #DopOut. Poi l’unico protagonista è stato il classico fiume colorato e festante con piccoli e grandi che si sono riappropriati di spazi per loro spesso off-limits.

Per la cronaca i primi a tagliare il traguardo sono stati i piccoli Biagio Pomara della scuola Cosimo Guastella e Elisabetta Tomasini, dell’Alcide De Gasperi.  Premiazione finale all’interno del giardino Inglese che questo week-end ha ospitato la manifestazione “Aspettando il Vivicittà”, l’expo allestito dalla Uisp e supportato dagli sponsor e partner dell’evento. 

Classifica Uomini (12 km)

Mohamed Idrissi (Mega Hobby Sport) 39’20
Lucio Cimò (Universitas Palermo) 40’38
Alberto Fieramosca (Marathon Club Sciacca) 40’47
Filippo Lo Piccolo (Monti Rossi Nicolosi) 41’00
Luciano Riboty (Mimmo Ferrito) 42’52

Classifica Donne (12 km)

Silvia La Barbera (Caivano Runners) 43’56
Chiara Immesi (Universitas Palermo) 47’20
Annalisa Di Carlo (Mega Hobby Sport) 49’53
Luana Russo (Marathon Club Sciacca) 50’27
Rosaria Patti (Trinacria Palermo) 52’09
Nella classifica unica compensata Silvia La Barbera è arrivata al 3° posto, dietro la serba Ana Subotic prima nella prova di Sarajevo e Isabel Mattuzzi che ha vinto la prova di Arco di Trento.

Ufficio stampa Vivicittà Palermo

Fonte articolo Siciliarunning.it

 
Siciliarunning.it. Trofeo del Mare sotto il segno di Vincenzo Agnello e Chiara Immesi.

Bagheria (PA). Vincenzo Agnello centra il poker al 6° Trofeo del Mare, che si è disputato stamane a Bagheria. L’atleta di Misilmeri, tesserato per il Casone Noceto Parma, ha  infatti vinto per la quarta volta,  la manifestazione organizzata dalla Polisportiva Atletica Bagheria e quest’anno valida come quinta prova del Gp regionale di corsa su strada. Per l’allievo di Tommaso Ticali anche la gioia del record del  percorso che già gli apparteneva. Dieci chilometri tutti d’un fiato e senza alcun punto di riferimento, con partenza e arrivo da Corso Umberto I con il tempo finale di 30’48”, che la dice lunga sull’ottima prestazione di Agnello, atleta molto legato a Bagheria: “Sono felice di aver vinto qui oggi – ha detto l’atleta di Misilmeri –  Bagheria ce l’ho nel cuore, tre volte la settimana mi alleno proprio qui e qui mi sento come a casa”. Quella di oggi è stata una buona prestazione che è servita per testare le mie condizioni”.   Alle spalle di Agnello, staccatissimo, il pur forte Lucio Cimò (Universitas Palermo) in 33’06”. Terzo l’atleta di Regalbuto Vito Massimo Catania (Universitas Palermo) autore di una splendida rimonta che ha chiuso in  33’35. Gara femminile bella e avvincente con la vittoria di Chiara Immesi (Universitas Palermo) in 38’26, su Barbara Vassallo (Pol. Atletica Bagheria) giunta con venti secondi di distacco.  Successo maturato nella seconda parte della sfida con l’atleta allenata da papà Gaetano, brava a sferrare l’attacco giusto al momento giusto. Terza, a ruota, Francesca Vassallo che ha chiuso un podio di sicuro valore. Per Chiara Immesi la conferma della maglia Trinacria e di una distanza a lei congeniale dove anche le avversarie più “toste” sono costrette ad abdicare. Ottima l’organizzazione della Polisportiva Atletica Bagheria, con il suo presidente Ticali che, dopo la pioggia dello scorso anno, che scompaginò i programmi  della festa, oggi è tornato a sorridere, forte di un evento che ha visto, oltre 500 atleti al via e tanta gente assiepata lungo le transenne del corso centrale. Ad aprire la manifestazione il rullo dei tamburi dei giovani della scuola Ciro Scianna. Fattivo l’apporto dell’amministrazione comunale, così come il determinante contributo degli uomini della Polizia Municipale e dell’apporto dei volontari della Guardia Zoofila e dell’unione nazionale Arma dei Carabinieri. Prossimo appuntamento con la sesta prova del Gp regionale il 25 aprile a Gioiosa Marea con il memorial Anna Rita Sidoti.

Classifica Uomini (10 km)

Vincenzo Agnello (Casone Noceto Parma) 30’48
Lucio Cimò (Universitas Palermo) 33’06
Vito Massimo Catania (Universitas Palermo) 33’35
Lorenzo Abbate (Universitas Palermo) 33’53
Antonio Puccio (Marathon Club Sciacca) 34’11


Classifica Donne (10 km)

Chiara Immesi (Universitas Palermo) 38’26
Barbara Vassallo (Pol. Atletica Bagheria) 38’46
Francesca Vassallo (Pol. Atletica Bagheria) 38’55
Maria La Barbera (Marathon Altofonte) 40’17
Luana Russo (Marathon Club Sciacca) 40’23

Articolo e foto Siciliarunning.it

 
« InizioPrec.12345678910Succ.Fine »


 

Follow us

.

Meteo


mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi228
mod_vvisit_counterIeri322
mod_vvisit_counterSettimana1364
mod_vvisit_counterMese4404
mod_vvisit_counterVisite Totali1436865

We have: 15 guests online
Totale delle visualizzazioni
Visitors Counter

Copyright © 2011 - ASD Universitas Palermo - Power by Antonio Pizzurro alias AnPi Production

Scaled Image.jpg