Giro podistico a tappe

GIRO A TAPPE FAVIGNANA 2019

In evidenza

Universitas organizza...

Sponsor

 

 

 

 

 

 

 

Associazioni in rete

Home
La mia passione verso la corsa (di Antonino Muratore)

La corsa di fondo è stata una felice scoperta da parte mia.
Ho iniziato a praticare jogging nella villa “Case Rocca” adiacente allo Stadio Vito Schifani nell’estate del 2011. Correvo per 40-50 minuti 3-4 volte a settimana. A fine autunno ho deciso di allungare le distanze di percorrenza e in pochissimo tempo ho compiuto la mia piccola impresa:  sono riuscito a completare circa 13 km circa ad un ritmo di 4’45”al km per tre volte in una settimana. Ho esagerato e la rotula del mio ginocchio sinistro  mi ha abbandonato. Dopo diversi mesi di stop ho provato a correre nuovamente con scarpe nuove, effettuando nel giro di pochi giorni tre test cronometrici sempre nella villa accanto allo stadio (5000, 10000 e 3000 senza preparazione). Nel pomeriggio di una giornata di inizio maggio 2012, mentre correvo i 3000 metri in villetta, ho notato un gruppo di podisti amatori (capeggiato da Gaetano Immesi) che correva nella direzione opposta alla mia. Quando ho concluso il test dei 3000 (12’04” circa), un signore appartenente a quel gruppo di corridori (proprio Gaetano) mi ha fermato educatamente, si è presentato e, per farla breve, “mi ha prelevato a parametro zero” (citazione dello stesso Gaetano. parafrasando una terminologia più calcistica che podistica). Da quel giorno ho iniziato ad allenarmi in buona compagnia indossando un vero completino da corsa e seguendo la tabella di allenamento predisposta dal professionale, passionale, meritevole e valido coach Gaetano. In questi 7 mesi ho capito cosa significa allenarsi seriamente, anche in condizioni climatiche avverse. Non dimenticherò mai la mia prima corsa sulla Scala Vecchia fino alle Antenne di Montepellegrino, i miei due lunghi da oltre un ora e mezza corsi con il gruppo dei maratoneti e gli allenamenti saltuari del sabato pomeriggio con Matteo. Ricordo felicemente il mio primo esordio assoluto nel Grand Prix di Corsa a Termini Imerese. Meno felici sono state le gare di Caltanissetta e San Pietro Clarenza, anche se in quest’ultima prova sono stato autore di una volata al fotofinish eccezionale.
La gara di Enna è stata la mia migliore prestazione prima del riposo estivo (si fa per dire...). Al rientro, da dimenticare la gara di Gela, complice una brutta sindrome influenzale. A Sciacca si vede finalmente il salto di qualità, frutto dell’intensa preparazione estiva. La gara di Palermo è stata la mia prestazione migliore in assoluto dal punto di vista strategico-tattico e decisiva per il mio piazzamento nel Grand Prix di Corsa. La mia prima maratonina si è svolta a Capo d’Orlando ma le condizioni climatiche erano proibitive. In questa gara ho avuto la fortuna di azzeccare il ritmo giusto (4’07”al km) e di mantenere il passo costante per tutta la gara. La 10 km di Trapani conferma ulteriori progressi e miglioramenti: proprio in questa prova ho ottenuto il mio personale e ho conquistato la decima piazza nel Grand Prix di Corsa. Sant’Agata di Militello è stata la mia seconda maratonina e non è stato difficile migliorare il tempo di Capo d’Orlando date le condizioni climatiche più favorevoli. Teoricamente la maratonina di Sant’Agata doveva essere la mia ultima gara della stagione, ma ho deciso di completare anche il Grand Prix di Maratonine partecipando alle ultime due prove previste nel calendario. La gara di Siracusa è stata molto sofferta ma ho confermato i risultati di Sant’Agata. La maratonina di San Giovanni La Punta mi ha visto protagonista. Sono arrivato terzo di categoria, ma ciò non è bastato per ottenere il piazzamento nel Grand Prix delle Maratonine: mancano due punti all’appello. Alla fine dei conti per quest’anno va bene così. Concludo ringraziando con grande affetto il Presidente dell’A.S.D. Universitas Palermo Ino Gagliardi. Il merito dei risultati che ho ottenuto è anche suo: lui mi ha dato la possibilità di far parte della sua gloriosa società e mi ha permesso di gareggiare in giro per la nostra Isola.

 

Nella foto: l'autore dell'articolo Antonino Muratore in uno scatto by siciliarunning.it

muratore

 
Ufficio di procura Antidoping del CONI: deferimento per Alex Schwazer

Massimo della pena, quattro anni, chiesti dall'Ufficio di Procura Antidoping per uso di EPO, e per il possesso di testosterone nei confronti del campione olimpico di Pechino 2008 Alex Schwazer l’azzurro trovato positivo a un controllo a sorpresa alla vigilia delle Olimpiadi di Londra. Le motivazioni della richiesta sono basate sulla positività al test effettuato il 30 luglio a Racines, presso l'abitazione dell'atleta; a peggiorare la situazione anche la frequentazione di Schwazer con il medico Michele Ferrari, ormai bandito dal CONI. Infine, si è saputo solo in questi giorni, peggiorano il quadro le anomalie segnalate a febbraio e aprile dalla IAAF sul passaporto biologico del marciatore. Ultimo elemento l'acquisto (confermato dall'atleta) di sostanze dopanti avvenute in Turchia dallo stesso Schwazer.  Quattro quindi, le violazioni contestate: ma se si conoscevano la positività e la frequentazioni con Ferrari, in più, dicevamo, si sono aggiunte le anomalie contestate sul passaporto biologico ed il ritrovamento di testosterone in casa Schwazer. La squalifica il marciatore se l'era già autoimposta; infatti chiuso il caso Londra Alex Schwazer si è iscritto all’Università di Innsbruck dove frequenta il corso triennale di Management e Turismo.

Nella foto: Alex Schwazer durante la "drammatica" conferenza stampa dopo lo stop forzato di Londra 2012

schwazer1

 
Trofeo Sicilia Run ad A.S.D. Archimede Siracusa – tra le donne - e A.S.D. Universitas Palermo – tra gli uomini

logo universitas Per il 2012 sono la A.S.D. Archimede (tra le donne) ed A.S.D. Universitas Palermo (tra gli uomini) ad aggiudicarsi il Trofeo Sicilia Run 2012 che somma i risultati di Corsa su strada, Maratonine e Pista. Come dicevamo al femminile è la Archimede di Siracusa a prevalere per un solo punto (56 a 55) sul Track Club di Caltanissetta e sulla compagine al femminile di Universitas la “nostra” Sport nuovi Eventi Sicilia (52). Vittoria al maschile per il nostro sodalizio che primeggia con ben sei punti di vantaggio sempre sulla Archimede Siracusa (151 a 145) e su Atletica Sicilia (144). Tutte le società sopra citate saranno premiate il 6 gennaio a Pergusa nel corso della tradizionale premiazione di fine anno presente tutto il meglio dell’atletica siciliana.

Di seguito le classifiche:

Maschile

  1. ASD UNIVERSITAS PA         151
  2. ASD ARCHIMEDE                 145
  3. ASD ATLETICA SICILIA       144
  4. ASD TR. CLUB M.CL             143
  5.  ASD POL.MILAZZO                120
  6.  ASD TRINACRIA PA              118

Femminile

  1. ASD ARCHIMEDE                   56
  2. ASD TR. CLUB M.CL             55
  3. ASD SPORT N. E.SICILIA     52
  4. ASD POD. R.R.GELA             43
 
Udienza di Papa Benedetto XVI ai medagliati di Londra 2012."Mai scorciatoie come avviene nel doping"

Il vescovo di Roma Benedetto XVI ha ricevuto in udienza una delegazione del comitato olimpico nazionale italiano con gli atleti che hanno vinto una medaglia ai giochi olimpici e paralimpici di Londra 2012. «Mi pare che a Londra - ha detto il Papa - abbiate conquistato ben 28 medaglie, di cui 8 d'oro! Ma a voi atleti non è stato chiesto solo di competere e ottenere risultati. Ogni attività sportiva presuppone un cammino di autentica maturazione umana, fatto di rinunce, di tenacia, di pazienza, e soprattutto di umiltà, che non viene applaudita, ma che è il segreto della vittoria».
La pressione di conseguire risultati significativi, però, «.....non deve mai spingere a imboccare scorciatoie come avviene nel caso del doping. Lo stesso spirito di squadra sia di sprone ad evitare questi vicoli ciechi, ma anche di sostegno a chi riconosce di avere sbagliato, in modo che si senta accolto e aiutato».
Penso a voi, cari atleti - ha concluso il Papa - come a dei campioni-testimoni, con una missione da compiere: possiate essere, per quanti vi ammirano, validi modelli da imitare».
La delegazione azzurra era guidata dal Presidente del Coni Giovanni Petrucci. Il Pontefice ha salutato personalmente gli atleti soffermandosi a parlare con gli ori olimpici Valentina Vezzali  e Daniele Molmenti.
Al Papa è stata donata la Torcia olimpica di Londra 2012.

sportfocus

 
« InizioPrec.191192193194195196197198199200Succ.Fine »


 

Follow us

.

Meteo


mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi215
mod_vvisit_counterIeri889
mod_vvisit_counterSettimana1992
mod_vvisit_counterMese7589
mod_vvisit_counterVisite Totali1428942

We have: 20 guests online
Totale delle visualizzazioni
Visitors Counter

Copyright © 2011 - ASD Universitas Palermo - Power by Antonio Pizzurro alias AnPi Production

UNIVERSITAS_nuovo logo 2015.jpg