Giro a Tappe Favignana

In evidenza

Universitas organizza...

Associazioni in rete

Sponsor

 

 

 

 

 

Home
Ufficio di procura Antidoping del CONI: deferimento per Alex Schwazer

Massimo della pena, quattro anni, chiesti dall'Ufficio di Procura Antidoping per uso di EPO, e per il possesso di testosterone nei confronti del campione olimpico di Pechino 2008 Alex Schwazer l’azzurro trovato positivo a un controllo a sorpresa alla vigilia delle Olimpiadi di Londra. Le motivazioni della richiesta sono basate sulla positività al test effettuato il 30 luglio a Racines, presso l'abitazione dell'atleta; a peggiorare la situazione anche la frequentazione di Schwazer con il medico Michele Ferrari, ormai bandito dal CONI. Infine, si è saputo solo in questi giorni, peggiorano il quadro le anomalie segnalate a febbraio e aprile dalla IAAF sul passaporto biologico del marciatore. Ultimo elemento l'acquisto (confermato dall'atleta) di sostanze dopanti avvenute in Turchia dallo stesso Schwazer.  Quattro quindi, le violazioni contestate: ma se si conoscevano la positività e la frequentazioni con Ferrari, in più, dicevamo, si sono aggiunte le anomalie contestate sul passaporto biologico ed il ritrovamento di testosterone in casa Schwazer. La squalifica il marciatore se l'era già autoimposta; infatti chiuso il caso Londra Alex Schwazer si è iscritto all’Università di Innsbruck dove frequenta il corso triennale di Management e Turismo.

Nella foto: Alex Schwazer durante la "drammatica" conferenza stampa dopo lo stop forzato di Londra 2012

schwazer1

 
Trofeo Sicilia Run ad A.S.D. Archimede Siracusa – tra le donne - e A.S.D. Universitas Palermo – tra gli uomini

logo universitas Per il 2012 sono la A.S.D. Archimede (tra le donne) ed A.S.D. Universitas Palermo (tra gli uomini) ad aggiudicarsi il Trofeo Sicilia Run 2012 che somma i risultati di Corsa su strada, Maratonine e Pista. Come dicevamo al femminile è la Archimede di Siracusa a prevalere per un solo punto (56 a 55) sul Track Club di Caltanissetta e sulla compagine al femminile di Universitas la “nostra” Sport nuovi Eventi Sicilia (52). Vittoria al maschile per il nostro sodalizio che primeggia con ben sei punti di vantaggio sempre sulla Archimede Siracusa (151 a 145) e su Atletica Sicilia (144). Tutte le società sopra citate saranno premiate il 6 gennaio a Pergusa nel corso della tradizionale premiazione di fine anno presente tutto il meglio dell’atletica siciliana.

Di seguito le classifiche:

Maschile

  1. ASD UNIVERSITAS PA         151
  2. ASD ARCHIMEDE                 145
  3. ASD ATLETICA SICILIA       144
  4. ASD TR. CLUB M.CL             143
  5.  ASD POL.MILAZZO                120
  6.  ASD TRINACRIA PA              118

Femminile

  1. ASD ARCHIMEDE                   56
  2. ASD TR. CLUB M.CL             55
  3. ASD SPORT N. E.SICILIA     52
  4. ASD POD. R.R.GELA             43
 
Udienza di Papa Benedetto XVI ai medagliati di Londra 2012."Mai scorciatoie come avviene nel doping"

Il vescovo di Roma Benedetto XVI ha ricevuto in udienza una delegazione del comitato olimpico nazionale italiano con gli atleti che hanno vinto una medaglia ai giochi olimpici e paralimpici di Londra 2012. «Mi pare che a Londra - ha detto il Papa - abbiate conquistato ben 28 medaglie, di cui 8 d'oro! Ma a voi atleti non è stato chiesto solo di competere e ottenere risultati. Ogni attività sportiva presuppone un cammino di autentica maturazione umana, fatto di rinunce, di tenacia, di pazienza, e soprattutto di umiltà, che non viene applaudita, ma che è il segreto della vittoria».
La pressione di conseguire risultati significativi, però, «.....non deve mai spingere a imboccare scorciatoie come avviene nel caso del doping. Lo stesso spirito di squadra sia di sprone ad evitare questi vicoli ciechi, ma anche di sostegno a chi riconosce di avere sbagliato, in modo che si senta accolto e aiutato».
Penso a voi, cari atleti - ha concluso il Papa - come a dei campioni-testimoni, con una missione da compiere: possiate essere, per quanti vi ammirano, validi modelli da imitare».
La delegazione azzurra era guidata dal Presidente del Coni Giovanni Petrucci. Il Pontefice ha salutato personalmente gli atleti soffermandosi a parlare con gli ori olimpici Valentina Vezzali  e Daniele Molmenti.
Al Papa è stata donata la Torcia olimpica di Londra 2012.

sportfocus

 
Recensioni Libri: "IL CORRIDORE" di Gaia De Pascale e Marco Olmo

Per descrivere Il Corridore di Gaia De Pascale basta ricorrere alle parole dello stesso Corridore, l'ultramaratoneta Marco Olmo operaio del cementificio nelle valli del cuneese che con costanza e forza di volontà è riuscito a mettere in fila i migliori specialisti al mondo. "È raro che io passi un giorno senza correre. O sono sui miei monti, o sono in gara. Ho provato anche a tenere il conto dei chilometri percorsi in questi trentasei anni, ma è molto difficile. Soprattutto in montagna non conta lo spazio attraversato, conta il tempo. Ma volendo fare un calcolo di massima, sono più o meno 4000 chilometri all’anno. Per 36, fanno 144.400. L’equatore terrestre è lungo circa 40.000 chilometri. Ho fatto quasi quattro giri del mondo; può sembrare crudele, ma la corsa è paragonabile al pugilato: devi colpire l’avversario quando è in difficoltà. Per dirla in maniera ancora più feroce, l’atteggiamento giusto nell’ultratrail è quello della iena, o dell’avvoltoio. Aggirarsi pazientemente, fino al momento giusto. E quando arriva il momento, attaccare senza rimpianti. Lo scopo di una gara è vincere. Mai scordarlo".
Marco Olmo è nato nel 1948 a Robilante, un piccolo paese delle valli montane cuneesi, e ha cominciato a correre a 27 anni, «quando gli altri smettevano». Dopo un periodo passato a gareggiare  nella corsa in montagna e nello scialpinismo, all’età di quarant’anni ha iniziato ad affrontare competizioni estreme come la  Marathon de Sables, 230 km in assoluta autosufficienza alimentare e condizioni climatiche proibitive nel deserto marocchino, la Desert Cup (168 km nel deserto giordano), la Desert Marathon in Libia e la Maratona dei 10 Comandamenti (156 km sul Monte Sinai), raccogliendo un successo dopo l’altro. A 58 anni è diventato Campione del Mondo vincendo l’Ultra Trail du Mont Blanc, la gara di resistenza più importante e dura al mondo, che ha vinto due volte di fila: 167 km attraverso Francia, Italia e Svizzera, oltre 20 ore di corsa ininterrotta attorno al massiccio più alto d’Europa.

ilcorridorelibro

 
« InizioPrec.181182183184185186187188189190Succ.Fine »


 

Follow us

.

Meteo


mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi948
mod_vvisit_counterIeri71
mod_vvisit_counterSettimana1392
mod_vvisit_counterMese4666
mod_vvisit_counterVisite Totali1351208

We have: 30 guests online
Totale delle visualizzazioni
Visitors Counter

Copyright © 2011 - ASD Universitas Palermo - Power by Antonio Pizzurro alias AnPi Production

Scaled Image.jpg